Il cardine della terapia della Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno è la perdita di peso. Inoltre, nelle forme lievi si utilizza un dispositivo, simile a una dentiera, che sposta in avanti leggermente la mandibola allargando le vie aeree e riducendo così le apnee. È una misura molto efficace anche nei casi di semplice russamento. Tale terapia va concordata con il proprio dentista di fiducia specie nei casi in cui vi siano malattie parodontali, o dell’articolazione temporo-mandibolare.

La terapia più efficace in termini di riduzione del numero delle apnee e miglioramento dei sintomi è la CPAP, ovvero la ventilazione mediante pressione positiva continua. Si tratta di una maschera, collegata tramite un tubo a un apparecchio che crea durante il sonno una pressione positiva all’interno delle vie aeree impedendone il collasso. Ne esistono diversi tipi che differiscono per tipo di maschera (nasale, facciale, oronasale) e per ventilazione (con umidificatore, a pressione costante, a pressione variabile).

Trattare efficacemente l’OSAS vuol dire anche ridurre il rischio cardiovascolare: è stato infatti accertato che la terapia con CPAP riduce il rischio di infarto e di fibrillazione atriale e la pressione arteriosa, particolarmente nei pazienti con ipertensione resistente.

Indice

Contatti

Per informazioni è possibile contattarci ai seguenti recapiti:

  • Email: foricaonlus.padova@gmail.com

  • Tel.: +39 049-821-2260

  • Tel: +39 049-821-2279

  • Fax: +39 049-875-4179

Dona ora

Il tuo contributo è prezioso per sostenere la ricerca cardiovascolare dei nostri ricercatori, e per diffondere nella popolazione la conoscenza del problema “ipertensione”. Ciò permette di evitare che molte persone, spesso giovani, incorrano nelle temibili complicanze dell’Ipertensione Arteriosa non diagnosticata in tempo.