La relazione tra OSAS è ipertensione arteriosa è molto complessa, perchè durante il sonno la pressione arteriosa varia in condizioni normali e, in misura più spiccata, negli ipertesi. A queste modificazioni s’aggiungono durante il sonno e quelle patologiche legate all’OSAS.

In alcune fasi del sonno prevale l’attivazione del sistema parasimpatico, con conseguente calo della frequenza cardiaca, della pressione arteriosa. Durante la fase REM, caratterizzata dai rapidi movimenti oculari, prevale invece l’attivazione del sistema simpatico per cui aumenta la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa.

Nei pazienti con OSAS la mancata ossigenazione durante le apnee e i risvegli determinano, specialmente nel sonno REM, ripetuti transitori, ma significativi, aumenti della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca.

Queste alterazioni possono essere corrette con la CPAP che può migliorare il controllo della pressione arteriosa o renderla sensibile al trattamento farmacologico nei pazienti con OSAS.

Indice

Contatti

Per informazioni è possibile contattarci ai seguenti recapiti:

  • Email: foricaonlus.padova@gmail.com

  • Tel.: +39 049-821-2260

  • Tel: +39 049-821-2279

  • Fax: +39 049-875-4179

Dona ora

Il tuo contributo è prezioso per sostenere la ricerca cardiovascolare dei nostri ricercatori, e per diffondere nella popolazione la conoscenza del problema “ipertensione”. Ciò permette di evitare che molte persone, spesso giovani, incorrano nelle temibili complicanze dell’Ipertensione Arteriosa non diagnosticata in tempo.