Questo breve documento si propone di fornirti alcune informazioni essenziali sull’ipertensione arteriosa causata da stenosi delle arterie renali. Per qualsiasi dubbio o domanda sulle tue condizioni di salute ti preghiamo di rivolgerti al tuo Medico Curante o allo Specialista che ti segue.

I reni sono 2 organi deputati alla eliminazione delle scorie attraverso la filtrazione del sangue e la produzione dell’urina. Essi sono situati nell’addome, ai lati della colonna vertebrale, esternamente al peritoneo che tappezza la cavità addominale. Ciascun rene pesa in media 150 g nell’uomo adulto e 135 g nella donna adulta. La lunghezza media di ciascun rene è 12 cm, la larghezza 6,5 cm e lo spessore 3 cm. Ciascun rene filtra il sangue producendo l’urina che viene riversata nei bacinetti e da qui negli ureteri e quindi nella vescica.

Il rene svolge anche molte altre funzioni:

  • regola la concentrazione di sodio, potassio, cloro, bicarbonato, fosfato, calcio, glucosio, aminoacidi, acido urico, urea, nei liquidi corporei;
  • partecipa al manten  imento dell’equilibrio acido-base (controllo del pH ematico);
  • controlla il volume dei liquidi corporei mediante meccanismi che permettono il recupero e l’eliminazione di acqua;
  • controlla la pressione arteriosa, la produzione dei globuli rossi e la salute dello scheletro mediante la secrezione di renina, eritropoietina, prostaglandine e la sintesi della vitamina D attiva, necessaria per la regolazione ed il trasporto del calcio.

Gli esami del sangue indicativi della funzione renale sono la creatinina, l’urea, la microalbuminuria e il filtrato glomerulare (GFR).

Solitamente vi è una sola arteria renale per ciascun rene, ma spesso vi possono essere una o più arterie renali accessorie. In questo caso si tratta di varianti anatomiche che non hanno alcun significato clinico.

La stenosi dell’arteria renale è un restringimento di una o di entrambe le arterie renali che portano sangue ai reni. Si definisce unilaterale quando coinvolge solo una delle arterie renali, e bilaterale quando colpisce le arterie di entrambi i reni.

La gravità del restringimento viene espressa in termini di percentuale di riduzione del lume dell’arteria rispetto a una zona sana dell’arteria stessa. Una stenosi è generalmente considerata significativa quando la percentuale di stenosi è superiore al 50%-70%.

ipertensione renovascolare

Stenosi delle arterie renali

Indice

Contatti

Per informazioni è possibile contattarci ai seguenti recapiti:

  • Email: foricaonlus.padova@gmail.com

  • Tel.: +39 049-821-2260

  • Tel: +39 049-821-2279

  • Fax: +39 049-875-4179

Dona ora

Il tuo contributo è prezioso per sostenere la ricerca cardiovascolare dei nostri ricercatori, e per diffondere nella popolazione la conoscenza del problema “ipertensione”. Ciò permette di evitare che molte persone, spesso giovani, incorrano nelle temibili complicanze dell’Ipertensione Arteriosa non diagnosticata in tempo.